Il carrello

Il carrello è vuoto

Come funziona il GPS?

TomTom Education

GPS

Sistemi satellitari alternativi

GLONASS
GLONASS (Global Orbiting Navigation Satellite System, sistema satellitare di posizionamento globale) è il sistema satellitare russo, diventato completamente operativo nel dicembre del 1995.  Come il GPS, anche GLONASS usa 24 satelliti e, sebbene leggermente più preciso del GPS, il suo grande svantaggio era che i satelliti duravano solo circa 3 anni.

Con la crisi economica russa nei tardi anni 90, i satelliti non furono più sempre sostituiti, pertanto il sistema perse gradualmente la sua efficacia. Nel 2000, solo 8 dei 24 satelliti erano ancora funzionanti. Negli ultimi anni però, la Russia sta lavorando duro per un ritorno del GLONASS e spera di rendere di nuovo il sistema perfettamente funzionante nel 2012.


GPS III
GPS BLOCK III è la nuova versione del GPS. Il miglioramento principale rispetto all'attuale sistema GPS è che il GPS III invierà un segnale più potente. Esso seguirà anche un'orbita diversa, pertanto i paesi alle latitudini superiori, come la Scandinavia, otterranno una copertura migliore. Un altro grande vantaggio è la sua capacità di funzionare in modo preciso insieme al GALILEO, il nuovo sistema satellitare europeo.


GALILEO
GALILEO è il nuovo sistema satellitare dell'Unione Europea. Uno dei motivi principali per cui la UE ha sviluppato il proprio sistema satellitare è la volontà di non dipendere più dal GPS.
GALILEO offrirà maggiore precisone e copertura rispetto al GPS ed è principalmente per usi civili. Sarà completato nel 2008/9. Il primo satellite di questo sistema è stato lanciato nel dicembre 2005. Esso sarà formato alla fine da una costellazione di 30 satelliti in orbita a circa 23.600 chilometri dalla terra.

Fai clic qui per leggere le info su GALILEO.


WAAS/EGNOS
Nonostante la notevole precisione dei sistemi GPS e GLONASS, furono lanciati altri due sistemi per renderli ancora più precisi. WAAS (Wide Area Augmentation System, sistema satellitare per l’accrescimento della precisione della posizione su area estesa) per il continente americano e EGNOS (European Geostationary Navigation Overlay System, servizio europeo di copertura per la navigazione geostazionaria) per quello europeo.
Ciascun sistema è formato da tre satelliti che inviano i segnali ai ricevitori. Le stazioni di misurazione poi calcolano se il segnale del satellite ha una discrepanza e inviano le correzioni a due dei tre satelliti ‘geostazionari’. Questi satelliti geostazionari orientano il segnale di correzione verso la terra, dove i ricevitori GPS abilitati WAAS/EGNOS applicano la correzione alla posizione GPS calcolata.

Ma i nuovi sistemi GPS III e GALILEO non lavoreranno con WAAS o EGNOS, poiché essi saranno in grado di misurare e correggere da soli le proprie imprecisioni.

<<


Per utilizzare TomTom.com, installa Flash Player

Nel browser deve essere installato Flash.

Ottieni Adobe Flash Player