Il carrello

Il carrello è vuoto

Come funziona il GPS?

TomTom Education

La scienza dietro al GPS

La posizione dei satelliti

I satelliti GPS galleggiano nello spazio ad oltre 19.000 km dalla Terra. Paradossalmente, il fatto che essi siano così lontani, rende più semplice il compito di posizionare i satelliti. Poiché essi sono a debita distanza dall'atmosfera terrestre, orbitano intorno alla Terra secondo (relativamente) chiare regole matematiche.

Ogni satellite GPS è stato progettato in un'orbita ben definita, assicurando così che il dispositivo di navigazione ottenga segnali da almeno tre satelliti. Il segnale di un quarto satellite è necessario per sincronizzare l'orologio del ricevitore con quelli del satellite. Vedi anche il paragrafo “Il quarto satellite”.

Il chip GPS di ogni dispositivo di navigazione è programmato con un ‘almanacco’, o registro. Questo almanacco contiene informazioni generali a lungo termine sulla posizione della costellazione e dei suoi satelliti. Questo aiuta il dispositivo a trovare i segnali del satellite. I satelliti inviano anche le informazioni dell'almanacco con il loro segnale, pertanto l'almanacco di ogni dispositivo di navigazione è regolarmente aggiornato.

Allo stesso tempo, le stazioni di monitoraggio usano le osservazioni dei satelliti da parte del GPS per stabilire la posizione di ciascun satellite e quindi la sua orbita esatta. Queste informazioni sulla posizione sono inviate al satellite, che poi le trasmette nuovamente al dispositivo di navigazione attraverso i suoi segnali.

>>


Per utilizzare TomTom.com, installa Flash Player

Nel browser deve essere installato Flash.

Ottieni Adobe Flash Player