Il carrello

Il carrello è vuoto

Come funziona il GPS?

TomTom Education

Mappe digitali

Come funzionano le mappe digitali?

Mantenere aggiornate le mappe digitali
Esistono tre modi principali per raccogliere i dati per realizzare e aggiornare le mappe digitali:

1. Lavoro sul campo. Persone che raccolgono i dati guidando sulle reti stradali del mondo, registrando i cambiamenti e le discrepanze.
2. Analisi di immagini aeree e satellitari.
3. Feedback dei clienti. Per quanto riguarda TomTom, ad esempio, ogni feedback sulle mappe inviato dai clienti attraverso il sito web è riportato a TeleAtlas, che analizza ogni singolo caso e, laddove è necessario, manda degli ispettori a controllare fisicamente il posto.

La mappatura digitale è un processo dispendioso in termini di tempo e logisticamente impegnativo. Per questo una società come TeleAtlas sviluppa costantemente nuove tecnologie e metodi per aumentare la rapidità e la completezza degli aggiornamenti delle mappe.

Prendiamo ad esempio il lavoro sul campo. TeleAtlas ha sviluppato anche sistemi di mappatura mobili.


Sistemi di mappatura mobili – un po’ come James Bond
I furgoni per la mappatura mobile sono equipaggiati con fino a sei telecamere digitali ad alta risoluzione, con almeno una coppia che lavora in stereoscopia. Ciò significa che due telecamere sono posizionate a parte, in modo che le loro immagini combinate forniscano informazioni 3-D.

I furgoni trasportano anche un ricevitore differenziale GPS, un giroscopio a fibre ottiche, un contachilometri e fino a 4 PC equipaggiati con appositi programmi per elaborare i dati a bordo.

Ciò significa che TeleAtlas può realizzare una libreria di informazioni e, ancora più importante, che le vostre mappe TomTom sono aggiornate per riflettere i cambiamenti del mondo reale il più rapidamente possibile dal momento in cui si verificano.

A riprova di questo basti considerare che oltre la metà delle discrepanze che vengono segnalate a TomTom dai clienti sono già state risolte prima di giungere a destinazione.


Più mappe per il vostro megabyte
I principi basilari delle mappe non sono mai cambiati completamente. Sia che usassero disegni o conchiglie, i primi creatori di mappe non facevano altro che comprimere informazioni del mondo reale su qualcosa di migliaia di volte più piccolo. La differenza è la scala.

Ciò che rende valide le mappe digitali è l’efficienza con cui vengono compressi i dati. Oggigiorno tendiamo a diventare molto sofisticati a proposito dei traguardi tecnologici, ma se ci fermiamo a riflettere per un minuto, è abbastanza impressionante poter avere tutte le strade d’Europa in una minuscola scheda


Il futuro della mappatura digitale
Probabilmente esistono due aree principali in cui si stanno raggiungendo progressi decisivi per rendere più agevole lo spostamento dal punto A al punto B.

La prima è rappresentata dalla qualità delle mappe stesse. Una visualizzazione migliore dovrebbe portare vantaggi all’esperienza di guida. In particolare, i settori come il 3-D, i modelli di elevazione e i punti di riferimento possiedono un grande potenziale.

L’altra risiede in una tecnologia chiamata “aggiornamento incrementale”. In pratica, questo significa che solo la parte del database che viene aggiunta, eliminata o modificata viene consegnata agli utenti delle mappe. Ciò potrebbe essere significativamente d’aiuto nella continua battaglia per ridurre il ritardo tra il momento in cui si verificano i cambiamenti sulle strade e quello in cui le modifiche vengono inserite nelle vostre mappe.

<<


Per utilizzare TomTom.com, installa Flash Player

Nel browser deve essere installato Flash.

Ottieni Adobe Flash Player